News — 13 novembre 2017
Cyberbullismo, premiata “Una vita da social”

Nella sezione “Attività Istituzionali” è stato assegnato un riconoscimento al Capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli per il progetto “Una vita da social”, con il quale la Polizia è impegnata da oltre 12 anni in campagne di sensibilizzazione e prevenzione sui rischi e pericoli connessi all’utilizzo della rete internet rivolte soprattutto ai giovani internauti, ma anche ai loro genitori e insegnanti.

Il premio è stato materialmente consegnato al Prefetto Roberto Sgalla, Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali.

prefetto Sgalla riceve premio Gabrielli

Il progetto “Una vita da social” nasce dopo alcuni gravissimi episodi di cronaca, culminati con il suicidio di alcuni adolescenti, e il dilagante fenomeno del cyberbullismo e tutte quelle forme di uso distorto della rete in generale e dei social network in particolare.

La campagna “Una Vita da Social”, ha raccolto grandi consensi: gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno incontrato oltre 1 un milione e 300 mila studenti sia nelle piazze che nelle scuole, 106.125 genitori, 59.451 insegnanti per un totale di 8.548 istituti scolastici, 30.000 km percorsi e 190 città raggiunte sul territorio e una pagina Facebook con 120.000 like e 12 milioni di utenti mensili sui temi della sicurezza online.

Grazie a questa iniziativa molti adolescenti hanno trovato il coraggio di raccontare il proprio disagio come vittime di bullismo e cyberbullismo.

Il video promozionale del progetto, trasmesso durante la cerimonia:

Articoli correlati

Condivisione

About Author

premiosciacca